venerdì 5 maggio 2017

Catalogo Vis a Vis - Fuoriluogo 19


Vis à Vis - Fuoriluogo 19
Artists in Residence Project

PRESENTAZIONE DEL CATALOGO E DEL VIDEO-DOCUMENTARIO

progetto di residenza per artisti
San Giuliano del Sannio / Castelbottaccio.

Martedì 9 maggio 2017 - ore 17.00
SAN GIULIANO DEL SANNIO (CB)
Palazzo Marchesale - Piazza Libertà, 21

Il catalogo edito dalle Edizioni Limiti inchiusi ed il video-documentario del progetto di residenza per artisti dell’edizione 2016, realizzato nei comuni di San Giuliano del Sannio e Castelbottaccio, sarà presentato martedì 9 maggio alle ore 17.00 nel Palazzo Marchesale di Piazza Libertà n. 21 a San Giuliano del Sannio.
Saranno presenti all’evento il Sindaco Angelo Codagnone, il Consigliere Regionale con delega alla Cultura Domenico Ioffredi, l’artista che ha realizzato la residenza Anna Maria Tina, la curatrice Silvia Valente ed i rappresentanti dell’Associazione Culturale Limiti inchiusi Paolo Borrelli e Fausto Colavecchia.
Il progetto, giunto alla sua quinta edizione, è finanziato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Molise ed è realizzato dall’associazione culturale Limiti inchiusi arte contemporanea. 
Hanno partecipato alle residenze 2016 le artiste Anna Maria Tina nel comune di San Giuliano del Sannio e Federica Gonnelli nel comune di Castelbottaccio. Le opere realizzate dagli artisti durante le residenze, come di consueto, sono di proprietà dei comuni ospiti e sono allestite in spazi visitabili. 

Le altre opere realizzate nelle precedenti edizioni sono visitabili presso i comuni di Acquaviva Collecroce (CB), Carpineto Sinello (CH), Guilmi (CH), Montemitro (CB), Limosano (CB), Oratino (CB).
Si segnala inoltre la possibilità di visitare presso la Fondazione Molise Cultura in via Milano 15 a Campobasso l’opera dell’artista giapponese Satoshi Hirose, realizzata nell’ambito del progetto di residenza Vis à Vis – Flâneur a cura di Matteo Innocenti e Silvia Valente.

*A tutti i partecipanti sarà consegnata gratuitamente una copia del catalogo.

info:
www.limitinchiusi.jimdo.com / limitinchiusi@gmail.com / 328.1413929 / 392.9999001

Crowdfunding per il premio Antonio Giordano



LA QUARTA EDIZIONE DEL PAG VI CHIAMA!!

3 anni, 14 artisti, 17 opere su strada visitabili gratuitamente giorno e notte, 2 workshop, decine di articoli su riviste di settore ed un nuovo modo di vivere e far conoscere la nostra cittadina ed il mondo dell’arte,interagendo con gli artisti ed assistendo dal vivo alla nascita di un’opera! L’arte per noi è “utile”, è linfa vitale di un popolo, suscita interrogativi, interesse, genera bellezza, è veicolo di conoscenza e soprattutto è in grado di far uscire dall’isolamento fisico e culturale …. Tutto questo è il PAG!.

"L’ARTE È UN MESTIERE FATTO A REGOLA D’ARTE”(B.MUNARI), ha bisogno di studio, capacità e risorse economiche; il PAG, quindi, è diventato una realtà grazie all’azione corale di più individui.... DAL PIÙ PICCOLO AL PIÙ GRANDE, OGNI TIPO DI CONTRIBUTO HA FATTO LA DIFFERENZA!

Quest’anno, la possibilità di contribuire economicamente alla realizzazione della quarta edizione del festival è rivolta a tutti!! In che modo?....Semplicemente regalandovi un’opera d’arte! Basta acquistare qui una delle ricompense (visibili tra le immagini in alto) ideate per il PAG grazie al contributo degli artisti Camilla Falsini e Guerrilla Spam.

Grazie al vostro contributo compreremo i materiali necessari alla realizzazione delle opere (vernici, pennelli, scale) e saremo in grado di fornire il compenso per l'importante lavoro degli artisti e delle imprese edili che ci affiancheranno.

Noi contiamo sul vostro aiuto e vogliamo che entriate a far parte della comunità di questo festival perché tutti possano dire: QUEST'OPERA D'ARTE E' STATA REALIZZATA GRAZIE AL MIO CONTRIBUTO!

La quarta edizione è alle porte…vi aspettiamo numerosi!!!

https://www.facebook.com/profile.php?id=100008207836841
https://www.instagram.com/premiogiordanoforstreetart/

Per il crowdfunding LINK



martedì 2 maggio 2017

Numero monografico di ArcheoMolise su Carpinone




Comunicato stampa
Numero monografico su Carpinone di ArcheoMolise

Il comune di Carpinone è lieto di segnalare la pubblicazione e la distribuzione del numero 28 maggio/agosto di ArcheoMolise interamente dedicata al paese: Carpinone tra arte, storia e archeologia. Si tratta di un numero monografico, a cura della prof.ssa Gabriella Di Rocco e del prof. Tommaso Evangelista, voluto e sostenuto dall’amministrazione la quale, attraverso l’autorevole redazione della rivista, il coordinamento dei curatori e i contributi scientifici dei diversi studiosi di settore, ha voluto realizzare uno strumento al tempo stesso di approfondimento e divulgazione. Si tratta della prima pubblicazione a carattere monografico, di stampo storico-artistico, realizzata su Carpinone. L’idea della monografia, che segue un ordine cronologico, è quella di creare focus su determinati periodi o specifiche evidenze, organizzando e raccogliendo ciò che già era emerso nel corso del tempo e proponendo, al contempo, inediti dati. Il suo scopo, quindi, è quello di creare un nuovo punto di partenza per gli studi sul paese, presentando contemporaneamente un’agile lettura di approfondimento. Per il sindaco Pasquale Colitti: “L’idea, sottesa alla realizzazione della pubblicazione è quella di valorizzare e far apprezzare e conoscere a quante più persone possibile, compresi noi cittadini che lo abitiamo, la storia ed il patrimonio artistico e culturale del paese”. 
I diversi contributi sono: Carpinone. Appunti di topografia e archeologia di Biagio Giuliani e Bruno Sardella; Carpinone e il suo castello di Gabriella Di Rocco; Antonio Caldora, il castello di Carpinone e la battaglia di Sessano del 1442 di Franco Valente; La scultura lignea devozionale a Carpinone tra XVII e XIX secolo di Francesco De Nicolo; Il 1860 a Carpinone di Gabriele Venditti; La linea ferroviaria Carpinone-Sulmona di Carmine Mastropaolo; Il Novecento molisano a Carpinone e i capolavori di Leo Paglione di Tommaso Evangelista; Il gruppo folk Ru Maccature di Monica Castrilli. 
La rivista ArcheoMolise, nata nel 2009, è una delle pochissime riviste dedicate al patrimonio culturale della regione. È interamente gestita da studiosi molisani specializzati nei seguenti settori: archeologia, storia, storia e critica dell’arte, cultura letteraria, discipline demoetnoantropologiche. Il suo principale scopo è la divulgazione di studi scientifici rivolti tanto agli specialisti che al grande pubblico. Ad oggi sono stati pubblicati 27 numeri grazie al contributo di più di 100 autori, non solo molisani e non solo italiani, e alla supervisione di un comitato scientifico di chiara fama internazionale. La rivista è quadrimestrale. In questi anni di attività sono state distribuite più di 15.000 copie che hanno dato rinomanza anche ai siti, ai borghi, ai musei meno conosciuti della nostra regione. Attraverso tale operazione culturale, con il prestigio della pubblicazione, l’amministrazione comunale vuole rilanciare l’immagine del paese, stimolando interesse, nuove ricerche e rinnovato senso di appartenenza; a tal fine sarà distribuita una copia per ogni famiglia, mentre altre copie saranno distribuite dal comune e si potranno richiedere in municipio. Nel mese di agosto, nell’ambito delle iniziative legate all’estate carpinonese, verrà organizzato un convegno di presentazione del numero monografico con il coinvolgimento dei diversi studiosi che hanno contribuito alla sua realizzazione.

L’amministrazione comunale

Il castello Caldora

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...