lunedì 25 luglio 2016

Exhibited Frequency - One-night video art and projection show - Isernia


Exhibited Frequency One-night video art and projection show

L’Associazione Culturale Le Cose e lo Spazio Cent8anta – Galleria d’ arte, cultura e società, presentano la prima rassegna di videoarte “Exhibited Frequency One-night video art and projection show”.
Per la prima volta in Molise sarà dato spazio ai linguaggi video con un ricco programma di proiezioni ed eventi live. La rassegna è curata dal critico Tommaso Evangelista che per l’occasione ha selezionato ventuno artisti e diciotto opere video. Cinque di queste sono inedite e saranno proiettate in prima assoluta, altre, invece, presentate per la prima volta sul territorio pentro.
Gli artisti individuati sono tutti molisani o legati al Molise e abbracciano diversi generi: dal cortometraggio al documentario, e diversi linguaggi dall’animazione al glitch, offrendo una rassegna quanto più completa e aggiornata sulle attuali dinamiche del genere.
Le opere vertono sull’intreccio tra memoria e quotidianità, a volte sviluppato con ironia e immaginazione altre con dovizia da reporter, mentre emergono temi cari alla società contemporanea quali il ruolo dell’individuo all’interno del gruppo sociale e le relazioni di potere e di conflitto. Altre volte l’indagine si fa maggiormente intima e poetica, attratta dai dettagli e dalle piccole dinamiche esistenziali e relazionali, o da indagini particolareggiate sulla forma. Tutti gli artisti, di diverse generazioni, comunque, pongono domande al fruitore facendo spesso riferimento al lato psicologico e lo situano su una soglia metaforica d’osservazione.
Nato negli anni Sessanta tale linguaggio artistico basato sull’utilizzo -performativo, ambientale, strutturale- di strumentazioni video in Italia si sviluppa in seno ai centri sperimentali di cinematografia e ai collettivi artistici. Fu addirittura Fontana, nel 1952, insieme ai firmatari del Manifesto del Movimento Spaziale per la Televisione il regista di un programma televisivo sperimentale, girato in pellicola, in cui vengono riprese negli studi RAI di Milano alcune opere illuminate dalla luce di Wood. Da allora la tecnica e i linguaggi si sono evoluti, entrando nelle Accademie e diventando oggetto di studio e di analisi. L’idea principale è il tentativo di “dematerializzazione” dell’oggetto artistico e la possibilità di lavorare su un’arte fondata sul tempo anziché sullo spazio. Tale ribaltamento d’azione permette all’artista di ricercare l’istante, il frammento, il dettaglio ma di unire tutto, attraverso il montaggio e la manipolazione, in una sorta di palinsesto emotivo. L’immagine elettronica, intermediale, diventa un oggetto che fluttua per trasformare sullo schermo la realtà comune.
La rassegna si svolgerà presso la Piazzetta Annunziata, lungo Corso Marcelli, nel centro storico di Isernia e sarà seguita da una performance live dall’ acquerellista Stefano Cirillo il quale manipolerà pigmenti per ottenere sullo schermo effetti cromatici e generativi, insieme alla selezione musicale di DJ Al.

Info tecniche

Titolo: Exibithed Frequency
Curatela: Tommaso Evangelista
Organizzazione: Associazione Le Cose

Artisti: Michele Boccamazzo, Cristiana Califano e La.bassa risoluzione, Stefano Cirillo, Giancarlo Civerra, Mariagrazia Colasanto, Azzurra de Gregorio, Paride Di Stefano, Angela Di Tomaso, Barbara Esposito, Alessia Finori, Sara Iafigliola, Cinzia Laurelli, Gabriele Macchi e Lucia Magnifico, Manuel Malatesta, Helena Manzan, Simona Materi, Mario Pompei, Luca Pop, Chiara Vitale, Ivana Volpe.

Luogo: Corso V. Marcelli - Piazzetta Annunziata ISERNIA
Data: 28 luglio 2016

Programma:
Ore 19.30 Selezione musicale DJ Al
Ore 20.30 Exhibited Frequency
ARTE E CIBO
Ore 22.30 Performance live watercolor Stefano Cirillo e DJ Al

Info: 388/6361705
info@lecose.org

Di Tomaso

Esposito

Vitale

Di Stefano

Laurelli


sabato 23 luglio 2016

Cesare Pergola - Forma Rupestre



F A N T A S M A R U P E S T R E
di Cesare Pergola

“Fantasma rupestre”, progetto audiovisuale di Cesare Pergola arriva in Molise e sarà presentato a Campobasso dall'associazione culturale Limiti inchiusi Arte contemporanea.

Appuntamenti:

29 luglio 2016 _ ore 21,30
BLOW UP (Ex- Onmi), Campobasso
L'artista terrà un incontro per presentare, con immagini e video, il proprio lavoro al pubblico molisano. L’appuntamento sarà introdotto da Fausto Colavecchia e Paolo Borrelli, artisti e componenti di Limiti inchiusi arte contemporanea.

A seguire:
3 agosto 2016 _ ore 21,30
Piazzetta Palumbo, Campobasso
Workshop con proiezione audiovisuale

6 agosto 2016 _ ore 21,30
Piazza Regina Margherita (Facciata del “Palazzo”), Limosano
Workshop con proiezione audiovisuale

Cesare Pergola
architetto e artista italiano, vive a San Paolo in Brasile.
Il lavoro artistico, iniziato alla fine degli anni '70, si sviluppa su una piattaforma multimedia che include performance, installazioni, video, fotografia, arte digitale e pittura.
Nel campo architettonico ha sviluppato una inedita teoria sulla “Sensorialità Urbana”, pubblicata nel saggio “La Città Dei Sensi”, 1997.
Ha insegnato per più di venti anni in università italiane e a Bangkok, nel 1996-98 è stato titolare della cattedra sulla Semiologia dell'Architettura istituita da Umberto Eco nella Università di Firenze. È stato fondatore della Galleria Belvedere (2009-2015) di Paraty (Rio de Janeiro) e ideatore del Festival di Arte Contemporanea di Paraty – “Premio Belvedere” (2010-2013).
Ha realizzato mostre in varie città del mondo, tra cui Firenze, Roma, Milano, Parigi, Info:
Bangkok, San Paolo e Brasilia.

http://www.cesarepergola.com/03-fantasma-rupestre-altilia.html

Fantasma rupestre 
... Ma nel corso della realizzazione il progetto è venuto trasformandosi in un graffito tecnologico, realizzato con proiezioni giganti di oggetti (sempre rappresentati attraverso una maglia tridimensionale). Appaiono così, all'imbrunire, una serie di armamenti, o una serie di animali, o una stilizzazione del corpo umano, o ancora forme puramente geometriche. Tutte con la precisione tridimensionale della computazione digitale.. La proiezione di queste maglie di luce su una realtà paesaggistica di così forte connotazione storico-artistica, come il sito archeologico di Altilia porta nuovi contenuti al risultato finale. Si crea una connessione tra la cultura classico-romana, attraverso il Rinascimento fiorentino, per concludersi con strumenti della tecnologia digitale contemporanea.

mercoledì 20 luglio 2016

Aut-Out - Contaminazioni al MAACK



AUT- OUT / EVEN IN
                        CONTAMINAZIONI AL MAACK


INAUGURAZIONE venerdì 22 Luglio 2016, ore 18.00

SEDE  MAACK Museo all’Aperto d’Arte Contemporanea Kalenarte;
Galleria Civica Franco Libertucci – Casacalenda_ Molise


L’Associazione Culturale Kalenarte_MAACK a Casacalenda_Molise, da oltre vent'anni porta avanti la valorizzazione del  patrimonio artistico contemporaneo presente sul territorio, formato dalle ventuno opere site specific del MAACK, il museo all'aperto,  e dalla Galleria Civica intitolata all’artista casacalendese Franco Libertucci, sita nei luoghi del sottotetto del palazzo comunale.

L’obiettivo principale che l’Associazione ha sempre voluto conseguire è la coesione territoriale e sociale.
A tal proposito, per l’estate 2016, l’Associazione Culturale Kalenarte_MAACK propone una serie di eventi culturali volti a rafforzare il legame tra la cittadinanza e lo spazio urbano, utilizzando i luoghi del MAACK e della Galleria Franco Libertucci come scenario stabile e come laboratorio di creatività.

La Galleria Franco Libertucci resterà aperta al pubblico per i fine settimana presenti in calendario, la stessa può essere raggiunta tramite l’ingresso autonomo in Via Emilio De Gennaro 83, dall’entrata principale del palazzo municipale su Corso Roma, o dall’ingresso di Piazza Sandro Pertini (adiacente la Scacchiera).
La Scacchiera e gli spazi interni verranno utilizzati rispettivamente come open-stage e open-lab: alcuni eventi sono in programma, ma ci sarà la possibilità da parte della cittadinanza l’utilizzo spontaneo, ma ordinato dello spazio per performance e attività di vario tipo. Il programma ha dunque la virtù della scalability. Gli altri luoghi esterni del MAACK verranno utilizzati per eventi caratterizzati dal legame forte con il luogo stesso.

Gli eventi in programma saranno ripartiti in cinque fine settimana dal 22 Luglio al 21 Agosto.

Venerdì 22 Luglio, unico giorno impegnato per il primo weekend, sarà di avvio per l’intera programmazione estiva. Avrà luogo la presentazione dell’evento AUT – OUT / EVEN IN _ CONTAMINAZIONI AL MAACK e di alcune novità che andranno ad arricchire la fruibilità del museo all’aperto: la GUIDA al MAACK e  l’APP per il MAACK.

Dal 29 Luglio entreranno nel vivo le attività previste dall’Associazione. Sino al 21 Agosto ogni weekend la galleria Franco Libertucci sarà aperta dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00.  Su prenotazione sono previste visite guidate alle ore 11.00 e alle ore 16.00 al Museo all’aperto e alla Galleria contattando l’Associazione. È inoltre possibile prenotare suggestive visite notturne guidate.

In tutti i weekend sono in programma contaminazioni culturali tra arte contemporanea, letteratura e musica, insieme ai tanti ospiti che interverranno, tutto accompagnato da buon cibo offerto dagli sponsor che sostengono l’A. C. Kalenarte_MAACK.

Domenica 21 Agosto alle ore 11.00 ci sarà la chiusura di tutti gli eventi con una TAVOLA ROTONDA in Galleria.

martedì 12 luglio 2016

Teatro Degli Alberi Uomo e Degli Uomini Cervo



Non è sano giocare sempre i giochi altrui, alla lunga non si gioca più ma si è giocati…soggiogati.


Alla ricerca del gioco perduto


Un grande atto sublime è quando l'uomo si svincola dalla conquista del profitto, o dalla scalata sociale, o dell'interesse personale, e si da anima e corpo a un'impresa solo per la conquista di un sogno, effimero, quindi inutile, quindi Divino. Questo è ciò che sta avvenendo per l’edificazione del Teatro Degli Alberi Uomo e Degli Uomini Cervo.
Da giorni tutto accade con calma e di giorno in giorno “fiorisce”, in mezzo al bosco, il luogo immaginato in un sogno. Un luogo sottratto al cieco e sordo mondo dell’Utile e restituito all’uso pubblico per pratiche della meraviglia.
Il Teatro degli Alberi Uomo e Degli Uomini Cervo è un campo da calcio.
Costruito nel bosco senza recidere gli alberi e senza spianare il terreno è inutile per il gioco del calcio ma è l’ideale per “riprendersi”, nel duplice aspetto di riappropriazione del ruolo di giocatori nell’arena del mondo, e di riprendere i “sensi” e il senso, nel e del gioco, il sapere di stare giocando. Noi siamo qualcosa di più che esseri puramente raziocinanti… e il gioco è irrazionale.
Il “Teatro degli Alberi Uomo e degli Uomini Cervo” è l’invito a rimettersi le maschere, da imitatori e da creatori subordinati della prima onnipotenza creatrice. Un luogo per Tornare a bere alla fonte della forza poiètica del gioco sul mondo.
Da Uomini Cervo alleati con gli Alberi Uomo abbandoniamo i giochi altrui, nei quali non giochiamo più, ma siamo giocati, e creiamone di nuovi…i nostri!

Che il nuovo gioco abbia inizio!

Quando il gioco si fa duro….alcuni cambiano gioco!

www.teatroalberiuomoeuominicervo.eu 

Il Teatro Degli alberi Uomo e Degli Uomini Cervo si accenderà,
Dalle ore 21,30 alle 23,00 solo nei giorni 4, 5 e 6 Agosto 2016
Le linee che delimitano il rettangolo di gioco, le porte e il cerchio di centrocampo sono disegnate dalle luci, una lunga luminaria di 400 mt, composta da 2.000 lampadine che diffondono luce bianca ghiaccio.

Località “Bosco della Difesa”
Strada Provinciale 73, Montagano (CB)
GPS
N 41 ° 38'03.64 '' E 14 ° 41'32.40 "

Con il Patrocinio della Regione Molise e il Comune di Montagano

Credits:
koncept: Michele Mariano
Produzione: The Patch Horse Ass.Cult.
Partner : Salvatore Mastrangelo- luminarie- SantaCroceDiMagliano (CB)
immagine by Michele Mariano credit: Jozef Mirva

Il Madì di Mascia a Casacalenda



10.30-13.00/17.00-20.00
apertura
Galleria Civica d'Arte Contemporanea Franco Libertucci Palazzo Comunale Via Emilio De Gennaro 83 Casacalenda
a cura dell'Associazione Culturale Kalenarte_Maack

11.00 visita guidata su prenotazione
16.00 visita guidata su prenotazione

18.00
DARE IL NOME ALLE STANZE
a cura di Massimo Palumbo

19.00
Vernissage
Cristina Costanzo presenta il MADI
di
VINCENZO MASCIA
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...