lunedì 27 aprile 2015

Guerra e pace - Una mostra sulla resistenza a Campobasso


Il Comune di Campobasso e l'Associazione INCAS, in collaborazione con le associazioni thisPLAY e Razor, il Centro Culturale ex ONMI, il Centro Studi Storici e Sociali “V. Fusco” e la Gump edizioni, organizzano presso il Centro Culturale ex ONMI di Campobasso nei giorni 23, 24 e 25 aprile 2015 la manifestazione “1945 - 2015: 70 anni dalla Liberazione”.

Nella tre giorni dedicata al settantesimo anniversario si terranno varie iniziative: due repliche del monologo storico “Il Duce ha sempre ragione!”, la presentazione del libro relativo allo spettacolo, la mostra di arti visive "guerra e pace: resistere oggi", letture sceniche a tema, la mostra "spaziolibEro" dedicato ai testi che raccontano la storia del Ventennio e della Resistenza, proiezioni di documentari e cortometraggi.

giovedì 23 aprile 2015

Palumbo - Utopia

PROGRAMMA

ore 16:30
Vis a Vis - Fuoriluogo 17
Artists in Residence Project
un progetto realizzato da Limiti inchiusi arte contemporanea a cura di Silvia Valente
artisti: Maria Chiara Calvani, David Fagioli
Presentazione catalogo e proiezione del video documentario del progetto di residenza per artisti Vis a Vis - Fuoriluogo 17

ore 17:30
degustazione con la partecipazione delle aziende dell'eccellenza enogastronomina molisana:
CANTINE D'UVA - Larino (CB)
OLIO PIGNATELLI - Monteroduni (IS)
CASEIFICIO BIFERNO di PULSONE FRANCO - Bojano (CB)

ore 18:00

Massimo Palumbo
UTOPIA
A cura di Lorenzo Canova e Piernicola Maria Di Iorio

Massimo Palumbo, artista visivo e architetto attivo tra Latina e il Molise, ideatore del grande progetto MAACK-Kalenarte, il Museo a cielo aperto di arte contemporanea di Casacalenda (Cb).
In questa mostra Massimo Palumbo fonde i suoi diversi campi espressivi in una grande installazione dove i linguaggi delle arti visive e dell’architettura si legano per mettere in scena una riflessione sul tema dell’Utopia come luogo dell’irrealizzato, del possibile e del progetto.
L’Utopia rappresenta, infatti, da secoli uno dei motivi portanti di una certa visione dell’architettura vista non solo come arte ma come strumento di innovazione e di sviluppo, di intervento sul mondo e sulla società.
In questo contesto, si colloca l’azione stessa di Palumbo in Molise, la sua visione dell’arte contemporanea proprio come Utopia (molto spesso realizzata) di una nuova visione del del reale, come sistema di azione per dare un nuovo impulso sociale e culturale al suo territorio di origine.
La scrittura, l’oggetto, il disegno e la luce sono i fili conduttori che ci accompagnano in questa nuova costruzione dell’Utopia, in un allestimento allo stesso tempo lineare e complesso che rappresenta bene il mosaico di interessi e creazioni composto da Palumbo, il suo metodo dove prassi e teoria, progetto, esecuzione e idealità si coniugano in un solo e articolato discorso teso costantemente verso un’azione destinata a dare forma concreta al sogno, non solo estetico, dell’Utopia.

martedì 21 aprile 2015

Invasioni Digitali a Rocchetta a Volturno

Invasioni Digitali è un progetto  rivolto a diffondere la cultura digitale e l’utilizzo degli open data, formare e sensibilizzare le istituzioni all’utilizzo del web e dei social media per la realizzazione di progetti innovativi rivolti alla co-creazione di valore culturale oltre che alla promozione e diffusione della cultura e del territorio. 

Per l'evento 2015 -24 aprile > 3 maggio- per il Molise aderirà il comune di Rocchetta a Volturno con un'invasione programmata per il giorno 24 presso il Museo del Secondo Risorgimento d'Italia.

L'Hashtag per tutti i contributi è #INVASIONIDIGITALI


giovedì 16 aprile 2015

Museo Civico Virtuale di Bojano

Il Museo Civico Virtuale di Bojano è un gruppo su Facebook che vuole creare una raccolta di immagini relative a reperti archeologici ed oggetti di interesse storico, artistico e culturale da collocare nel museo civico di Bojano (una sorta di museo virtuale fruibile da tutti i visitatori). Tra le immagini postate, che testimoniano la ricchezza e, purtroppo, l'abbandono, della città transitata attraverso il periodo sannita, romana, medievale e moderna, sono inclusi anche elementi attualmente conservati in altri musei, in collezioni private ed eventuali donazioni. Di seguito alcune immagini della raccolta.





Cassandra. Le idee del 2001 e i fatti del decennio


Dal 23 aprile al 7 giugno, il mercato coperto di Campobasso ospita “Cassandra. Le idee del 2001e i fatti del decennio”, una mostra sul primo decennio del nuovo millennio, raccontata attraverso immagini di grandi fotografi, installazioni, video, interventi di giornalisti e scrittori. 

L’esposizione, organizzata dall’associazione MuSE in collaborazione con Vivian Maier e promossa dall’assessorato alla cultura della Regione Molise e curata dall’associazione Progetto Comunicazione con la direzione artistica di Federico Mininni, è frutto di un vasto lavoro collettivo e presenta oltre 250 opere tra fotografie, disegni, vignette, video.

Hanno collaborato a Cassandra decine di fotoreporter, compresi grandi nomi della fotografia insigniti di importanti premi internazionali, come Francesco Cito, Massimo Di Nonno, Justin Jin, Fernando Moleres, Samuele Pellecchia, Ivo Saglietti. Hanno scritto per Cassandra giornalisti ed esperti fra i quali: Vittorio Agnoletto, Erri De Luca, Alessandra Fava, Mario Portanova, Gino Strada, Alex Zanotelli.

Il nome della mostra, Cassandra, rende merito alla capacità di visione del movimento che nel luglio 2001 si radunò a Genova contrapponendo al vertice dei potenti un’agenda alternativa, basata sui diritti, la giustizia sociale, la pace. Il contro-vertice di Genova fu brutalmente represso, in una delle pagine peggiori della nostra democrazia, ma le sue analisi economiche, etiche e geopolitiche sono risultate straordinariamente lucide e le sue previsioni si sono rivelate esatte negli anni recenti, quando le conseguenze delle politiche neoliberiste - crisi, guerre, dissesti climatici, fame, ingiustizia - sono apparse nella loro evidenza.

Nel suggestivo spazio del mercato coperto di Campobasso la cronologia del decennio è raccontata da 11 grandi pannelli illustrati con le notizie da non dimenticare, e da 99 vignette di Ellekappa e Vauro. Attorno alla cronologia, si svolge il racconto tematico di Cassandra, articolato in quattro sezioni: economia e lavoro, guerra e repressione, beni comuni, società e diritti.
La sezione dedicata a economia e lavoro ospita i reportage fotografici di Francesco Cito, sui lavoratori della pastorizia e della pesca in Sardegna, e di Justin Jin, sulle condizioni degli operai in Cina.
La sezione dedicata a guerra e repressione comprende i disegni di Fernando Botero sugli orrori di Abu Ghraib e tre reportage fotografici: di Fernando Moleres sul carcere minorile in Sierra Leone, di Samuele Pellecchia su piazza Tahir al Cairo e di Ivo Saglietti sull’identificazione delle vittime di Srebrenica. In questa sezione, Cassandra dedica anche un approfondimento ai fatti di Napoli e Genova 2001, con fotografie, fumetti, video e testi.
La sezione dedicata ai beni comuni offre due grandi affreschi collettivi dei fotografi dell’agenzia Prospekt, il primo sull’acqua e la vita dei grandi fiumi, il secondo sui disastri climatici e ambientali, con immagini provenienti da ogni angolo del pianeta. In video, il concerto in presa diretta di Fred Frith e Tony Rusconi Tempo della musica, tempo dell’acqua. In questa sezione, Cassandra racconta anche le iniziative dei tanti “luoghi resistenti” che in Italia si sono opposti alla speculazione delle grandi opere e hanno difeso la salute dei cittadini e dei territori.
L’ultima sezione, società e diritti, si occupa dei diritti fondamentali, con testi su casa e salute, e con un racconto fotografico collettivo sui bambini nelle scuole del mondo. Massimo Di Nonno racconta con le sue immagini l’arrivo dei migranti a Lampedusa, Eros Mauroner la battaglia di Brescia per il diritto di cittadinanza.
Un album di fotografie e filmati racconta i dieci anni del World Social Forum, da Genova a Porto Alegre, da Mumbai a Dakar, e tutto il percorso della mostra è scandito da brevi citazioni di pensatori vicini al World Social Forum, come Noam Chomsky, Susan George, Vandana Shiva.

La mostra “Cassandra. Le idee del 2001 e i fatti del decennio”, è stata allestita per un mese al Palazzo Ducale di Genova in occasione del decennale dei fatti di luglio 2001; al Palazzo delle Arti di Napoli, dal 27 ottobre all’11 dicembre 2011; a Venezia, a Forte Marghera, dal 25 aprile al 10 giugno 2012; al Palazzo della Ragione di Milano dal 4 ottobre al 18 novembre 2012.

orari per le visite: dal lunedì al sabato ore 9.00-14.00 e 16.30-19.00 • domenica ore 16.30-19.00

giovedì 9 aprile 2015

Serra - D'Attellis - L'ultima Cena

Mostra organizzata dall'Associazione Culturale Il Bene Comune, che si terrà dal 9 al 30 aprile presso il Circolo Sannitico di Campobasso.
Esporranno Mario Serra e Antonio D'Attellis, accompagnati da un testo scritto e letto da Antonio Ruggieri.

martedì 7 aprile 2015

Picchiello - La Stanza sul Retro


sabato 18 aprile,  alle 18,00, Fondazione Molise Cultura (Ex Gil) 
alla mostra personale di installazione, fotografie e video performance di
LUCIANA PICCHIELLO
dal titolo
“La Stanza sul Retro
a cura di
Lorenzo Canova

 "... Il progetto di Picchiello rappresenta pertanto un compimento nel suo percorso artistico, anche per la capacità di trattare un tema tanto complesso e pericoloso senza retorica e con un linguaggio di sintetica efficacia, utilizzando strumenti diversi ma con una visione personale e coerente, strutturata in modo integrale al messaggio e al senso profondo di una ricerca lucida e dolente. ..." ( Lorenzo Canova, da catalogo).

La mostra che si avvale del Patrocinio della Regione Molise è stata realizzata in collaborazione con l'Aratro (laboratorio di arte contemporanea) ed il sostegno dela Banca delle Province Molisane, sarà visitabile fino al 16 maggio 2015 dalle ore 11,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00, Lunedì chiuso. Ingrsso libero.

giovedì 2 aprile 2015

Draw the line - Terza edizione


- THE SOPA WALL -

LIVE PAINTING - FREE YARD - FREE BARBEQUE

Artisti:
Smake - Korvo - Desk - Gelo - Icks
Bonzo - Xerox - La gatta - Duel
Giaw - Some - Nos - Daew - 2neko - Kami
Dome dee - Keno - Zhanco - Kunos
Onem - Zofa - Dusa - Balu' - Argo - Norh
Chiara V. - Sway - 2acro - Redrum - Rasma

PROGRAMMA

Sab 4 Apr
. h 10 Apertura Sopa Wall – Live Painting
. Dj Set
. h 16 Sulle Vie del Draw The Line - Trekking urbano - Partenza dallo Stand Malatesta.

Dom 5 Apr
. h 10 Apertura Sopa Wall – Live Painting
. Dj Set
. h 21.30 One Year, One Night, one Love - Blow Up Cafè

Lun 6 Apr
. h 10 Apertura Sopa Wall – Live Painting
. Dj Set
. h 12 oppure h 17.30 Sulle Vie del Draw The Line – BiciTour - Partenza dallo Stand Malatesta.

In loving memory of SOPA!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...