sabato 5 ottobre 2013

100 x 100=900 a Termoli



In occasione della 9° Giornata del Contemporaneo promossa dall'AMACI (Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani) Autumn Contamination presenta al pubblico il progetto di Magmart | video under volcano: 100x100=900 Project un progetto per celebrare i 50 anni della videoarte. E lo fa relazionandosi con la struttura, la quale ospita la prestigiosa collezione del Premio Termoli. La collezione termolese costituisce un caso forse unico in Italia per la documentazione di tutto quell'ambito di ricerca che va dal postinformale, all'astrattismo, alla nuova figurazione, all'arte cinetica e programmata. Attualmente la collezione è costituita da più di 470 opere d‘Arte Contemporanea, in gran parte dipinti su tela, ma anche opere scultoree, realizzate con varie tecniche e materiali. Tra le opere di maggior rilievo spiccano autori eccellenti come Carla Accardi, Luigi Boille, Antonio Calderara, Aldo Calò, Franco Cannilla, Cosimo Carlucci, Nicola Carrino, Edgardo Mannucci, Achille Pace, Achille Perilli, Antonio Sanfilippo, Giulio Turcato, Giuseppe Uncini, Mario Schifano, Tano Festa, Franco Angeli, Luca Patella, Gino Marotta e molti altri. 

100x100=900 (100 videoartists to tell a century)
L’idea base del progetto è che per evolvere bisogna comprendere cosa del passato va archiviato definitivamente. In questo senso, chiamare 100 videoartisti ad interpretare ciascuno un anno del secolo scorso, oltre a costituire una vera e propria narrazione complessiva del ‘900, rappresenta un tentativo di elaborazione del passato, non a caso affidato ad artisti, e non a caso videoartisti - in quantol’immagine in movimento (cinema, televisione, web) è uno degli elementi
caratterizzanti del ‘900.
Mai forse come la videoarte, un’arte è stata così intimamente prossima ai linguaggi della contemporaneità, alla loro grammatica e sintassi. Ed il progressivo passaggio al digitale di ogni forma espressiva per immagini, rende sempre più sottile il diaframma che separa l’utilizzo artistico del medium da tutti gli altri usi.
In questo senso, la videoarte può ragionevolmente considerarsi come la forma d’arte più interna al XXI secolo, ed in ciò - quindi - dotata degli strumenti comunicativi più atti al confronto su questo crinale tra i primi due millenni. E per ciò stesso, è anche - potenzialmente - quella che in prospettiva può esercitare un più significativo influsso sulle forme della comunicazione.
Affrontare, attraverso uno sguardo artistico e plurale, la storia del ‘900, vuole quindi essere - ad un tempo - una narrazione corale e visionaria del secolo, la sua rilettura in chiave artistica, la sua interpretazione ed elaborazione. Rifuggendo da uno sguardo storiografico o politico, per sua natura di parte, e facendo invece ricorso allo sguardo degli artisti, soggettivo e parziale ma non di parte, il progetto vuole stimolare una riflessione collettiva sulle radici prossime del nostro presente.
E l’assoluta libertà di ciascun artista, il cui unico vincolo sarà di focalizzare il proprio lavoro su un determinato anno, porterà presumibilmente con sé una capacità di scompaginamento, ed al tempo stesso di ri-allineamento, della nostra visione del
secolo breve.

Network 
Il progetto prevede una prima presentazione ufficiale a Napoli, nel corso del Forum Universale delle Culture 2013, a cui farà poi seguito un tour internazionale, realizzato attraverso la partnership con altre organizzazioni, facenti parte del
summenzionato network o meno.
Un primo invito è stato quindi rivolto a quanti fanno parte di questa rete.
ACTIVA, AllArtNow, Art Video Exchange, Athens Videoart Festival, Cairo Video
Festival, Conflito Estetico, Crosstalk Video Art festival, danubeVIDEOARTfestival,
elmur.net, Experimenta India, FIVA Festival, Fonlad, Gaza’s International Festival for
Video Art, InstantsVideo, Kurye Video Festival, La Tostadora, Loop Barcelona, Miden
festival, Optica Festival, Orebro Art Video Screening, Oslo Screen Festival, OK Video
Festival, Saisonvideo, Simultan Video Festival, Videoarte en Movimiento, Video Art &
Experimental Film Festival, Videobrasil, VideoFormes, Videoholica.
Ulteriori contatti saranno successivamente avviati con altre organizzazioni e
con singoli curatori, per assicurare la più ampia presentazione possibile del progetto,
nei cinque continenti e nell’arco del 2013.
Sul sito del progetto, alla pagina www.9hundred.org/partners.php è possibile
visionare in tempo reale l’elenco degli organismi che hanno già aderito 

Il progetto 100 x 100=900 sarà presentato sabato 5 ottobre nella formula preview per anticipare la mostra, prevista in Molise. Successivamente vi forniremo dettagli in merito. 


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...