martedì 1 ottobre 2013

Settis e Montanari a Venafro

L'8 ottobre alle ore 16, presso il Museo Nazionale del Molise in Castello Pandone a Venafro, lo storico dell'arte Tomaso Montanari presenterà il suo ultimo libro "Le pietre e il popolo"; ci saranno anche Salvatore Settis e Giuseppe Severini per presentare "Costituzione incompiuta. Arte, paesaggio, ambiente". Un incontro da non perdere per sentire due tra gli storici dell'arte italiani maggiormente attivi nella difesa dei beni culturali.


Pietre Popolo Costituzione
I cittadini e il diritto alla cultura al tempo delle crisi
Venafro, Museo Nazionale del Molise in Castello Pandone
8 Ottobre 2013, ore 16

Incontro pubblico con Tomaso Montanari, Salvatore Settis, Giuseppe 
Severini e Gino Famiglietti per discutere del patrimonio culturale e del diritto 
dei cittadini a usufruirne. L’iniziativa prende spunto dai recenti libri di cui sono autori 
alcuni dei partecipanti alla discussione: Le pietre e il popolo. Restituire ai cittadini l’arte e 
la storia delle città italiane, di Tomaso Montanari (minimum fax), e Costituzione 
incompiuta. Arte Paesaggio Ambiente, di Alice Leone, Paolo Maddalena, Tomaso 
Montanari, Salvatore Settis (Einaudi). 
L’incontro si svolgerà in un contesto particolare: il neonato Museo Nazionale del 
Molise nel Castello Pandone di Venafro (www.castellopandone.beniculturali.it), che, 
insieme al recupero di altri importanti monumenti della città molisana (l’antico anfiteatro 
e il Museo Archeologico di Santa Chiara), costituisce una risposta efficace alle gravi 
esigenze del patrimonio artistico e allo sfruttamento del territorio ai danni del paesaggio. 
In tempi di crisi, morale e di risorse, la nascita del Museo Nazionale del Molise è 
frutto della collaborazione tra le Soprintendenze e le associazioni di volontariato e 
costituisce uno strumento per ricostruire tra i cittadini quel senso di identità, individuale e 
collettiva, che non può che essere nutrito dalla conoscenza della storia della propria città o 
paese, della propria regione e nazione. 
Dalla collaborazione tra la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici e 
l’Università del Molise è scaturita una innovativa forma di cooperazione per garantire ai 
cittadini, in particolare a quelli di età scolare, servizi qualificati inerenti la didattica e la 
divulgazione della conoscenza: le visite guidate gratuite, insieme ai laboratori, alle 
pubblicazioni e alle diverse iniziative culturali, sono a cura dei giovani laureati di una 
società di spin off dell’ateneo molisano. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...